Monte Generoso: il “Fiore di pietra” è una vera attrazione

0
148

L’inaugurazione della nuova struttura turistica eretta in cima al Monte Generoso dall’architetto Mario Botta circa 4 mesi fa sta portando i suoi frutti. Il Fiore di pietra è diventata una vera e propria attrazione. Superati i 50.000 passeggeri. Negli ultimi giorni, complici anche le vacanze nella Svizzera tedesca, il numero di turisti sembra addirittura essere aumentato: “La media giornaliera in questo periodo è di mille passeggeri al giorno. Sembra di assistere a una processione”.
Fiore di pietra è la nuova struttura simbolo del Monte Generoso, è un’opera che porta la firma di Mario Botta, autore non solo del disegno dell’imponente edificio, ma anche dell’allestimento degli spazi interni. Lo studio d’ingegneria Brenni Engineering AG è responsabile del progetto statico, mentre lo studio Marzio Giorgetti Architetti SA ha assunto il coordinamento e la direzione dei lavori sul posto, che si sono svolti in difficili condizioni logistiche a 1700 metri d’altitudine. Dal canto suo, FIP Studio Fischli SA ha elaborato il concetto gastronomico e progettato i locali di esercizio e produzione di entrambi i ristoranti presenti nella struttura.
Il Fiore di Pietra troneggia sul ciglio roccioso della montagna e offre una vista a 360 gradi su un panorama mozzafiato. La nuova struttura turistica sorge dove in precedenza vi era un antico albergo dell’inizio del 1900. Si tratta di un edificio a pianta ottagonale con singoli “petali” che racchiudono uno spazio centrale. La configurazione a “petali” è disegnata da un insieme di torri di cinque piani che s’innalzano dapprima con una leggera inclinazione verso l’esterno per poi richiudersi ai piani alti, da cui il nome che gli è stato attribuito, ossia “fiore di pietra”.
A livello della ferrovia (piano terra), un ampio porticato costruisce uno spazio di transizione tra l’esterno e l’interno con una bussola d’ingresso e uno spazio espositivo dove trovano posto i pannelli sulla storia del Monte Generoso, un modello dell’attuale realizzazione con disegni e schizzi di studio dell’architetto Mario Botta.
Al primo piano sono collocati i locali tecnici; al secondo piano una sala conferenze in grado di ospitare da 10 a 100 partecipanti. Mentre i due piani superiori ospitano rispettivamente un ristorante, caratterizzato da una sala inondata di luce, una location chic ma accogliente, ideale per trascorrere dei momenti di relax a contatto con la natura ed un self serivce con 120 posti a sedere e accesso alla terrazza panoramica, che segue l’andamento del crinale della montagna.
L’allestimento degli ambienti dedicati alla ristorazione è stato realizzato con i prodotti Alias. Le sedie laleggera di Riccardo Blumere tavoli speciali atlas di Jasper Morrison sono stati scelti per il ristorante “Fiore di Pietra” e il Self Service “Generoso”. Massima espressione di tecnologia applicata al design, laleggera è una seduta che nasce dell’incontro tra un solido materiale della tradizione, il legno massello, e il più contemporaneo e leggero poliuretano espanso di cui la struttura è riempita. Nella terrazza panoramica, protagoniste le sedute bigframe di Alberto Meda, con struttura in profilo d’alluminio estruso ed elementi in pressofusione e seduta in rete di poliestere spalmata con PVC, nella variante total black.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here