Bitonto: la Cattadrale di Maria Assunta

0
135

La cattedrale di Bitonto è dedicata a santa Maria Assunta. E’ stata innalzata nel centro della città tra l’XI e il XII secolo. In stile romanico pugliese è stata costruita su modello della basilica di San Nicola di Bari. La facciata si presenta tripartita da lesene per tutta l’altezza ed è dotata di tre portali, uno per ogni navata. L’interno, con pianta a croce latina è diviso in tre navate ciascuna terminante con un’abside semicircolare. Come molte chiese pugliesi, anche la cattedrale di Bitonto è stata rivestita nel XVIII secolo da stucchi e decori barocchi, ma l’aspetto originario venne ripristinato nel corso dei restauri ottocenteschi. La navata centrale e il transetto sono coperti da un soffitto a capriate lignee con decorazione policroma, mentre le navate laterali, sormontate da matronei, sono coperte con volte a vela.

Tra le opere d’arte contenute nella chiesa va evidenziato l’ambone. Sistemato sul lato destro della navata centrale. In origine era posto tra le ultime due colonne a sinistra della stessa navata. Realizzato quasi interamente in marmo, possiede un lettorino riccamente scolpito con preziosi intagli e trafori, a cui si appoggia la scultura di un’aquila, sostenuta da una cariatide umana. Sull’ambone sono scolpiti i simboli dei quattro evangelisti e sul parapetto della scala gli imperatori svevi Federico I Barbarossa, Enrico VI, Federico II e suo figlio Corrado.

Al di sotto della chiesa maggiore si estende la cripta. E’ coperta da volte a crociera, sostenute da 36 colonne di riuso con capitelli decorati con motivi zoomorfi e fitomorfi. Dalla cripta si accede alla chiesa paleocristiana che conserva i resti di una chiesa precedente (V-VI secolo).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here