Ogni giorno mangiamo, beviamo e respiriamo tanta plastica

0
2

Ogni giorno ingeriamo piccoli pezzi, spesso microscopici, di plastica insieme con il cibo, le bevande e l’aria che respiriamo. Gli americani mangiano, bevono e respirano tra 74.000 e 121.000 particelle microplastiche ogni anno a seconda della loro età e sesso. Coloro che bevono esclusivamente acqua in bottiglia anziché acqua di rubinetto possono aggiungere fino a 90.000 particelle di plastica al loro totale annuale stimato. Il dato arriva da uno studio pubblicato mercoledì sulla rivista Environmental Science & Technology. L’impatto di tutta questa plastica sulla nostra salute non è noto. La ricerca mostra che alcune particelle sono abbastanza piccole ed entrano nei nostro tessuti. Possono innescare una reazione immunitaria, o rilasciare sostanze tossiche e inquinanti assorbiti dall’ambiente, compresi i metalli pesanti.

Da dove provengono le microplastiche

Come entrano le microplastiche nei nostri alimenti e bevande? Le microplastiche contaminano il nostro cibo durante la produzione e il confezionamento. I ricercatori hanno esaminato 26 studi precedenti che hanno analizzato il consumo di particelle microplastiche in otto categorie: aria, alcol, acqua in bottiglia, miele, frutti di mare, sale, zucchero e acqua di rubinetto. Altri alimenti, incluse carni e verdure, non sono stati inclusi nella loro analisi a causa di dati insufficienti. Successivamente, i ricercatori hanno stimato il consumo medio in queste otto categorie basandosi, in parte, sui rapporti del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti e sulle Linee guida dietetiche per gli americani 2015-2020. I tassi di inalazione di minuscole particelle di plastica sono stati stimati utilizzando i dati dell’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti. L’ingestione totale annuale e l’inalazione di microplastiche, secondo lo studio, ammontano a circa 81.000 particelle per i ragazzi, 121.000 per gli uomini, 74.000 per le ragazze e 98.000 per le donne.
Bere acqua potabile o in bottiglia è fondamentale per l’assunzione annuale di microplastiche: i ricercatori stimano l’assunzione annuale di particelle attraverso l’acqua potabile a circa 75.000 per i ragazzi, 127.000 per gli uomini, 64.000 per le ragazze e 93.000 per le donne se l’acqua in bottiglia è l’unica fonte. Per coloro che consumano solo acqua di rubinetto, l’assunzione di microplastica aggiuntiva per i ragazzi è di 3.000 particelle, 6.000 per gli uomini, 3.000 per le ragazze e 4.000 per le donne. “Le nostre stime sul consumo americano di microplastiche sono probabilmente drastiche sottostime complessive”, hanno concluso gli autori dello studio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here