Campania, la Fondazione Polis promuove la valorizzazione dei beni confiscati

Campania, la Fondazione Polis promuove la valorizzazione dei beni confiscati

Si chiama “Strategie per la valorizzazione dei beni confiscati” il seminario lanciato il 27 giugno scorso dalla Fondazione Polis della Regione Campania. La Fondazione Polis della Regione Campania ha promosso, lo scorso 27 giugno, un seminario incentrato sulla valorizzazione dei beni confiscati, dal titolo per l’appunto: “Strategie per la valorizzazione dei beni confiscati”.

Il presidente della Fondazione Polis, Don Tonino Palmese, il rappresentante dell’Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati Gianpaolo Capasso, insieme alla vicepresidente della Commissione Consiliare Regionale anticamorra e beni confiscati Vincenza Amato e a Stefano Consiglio, direttore del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II, hanno presentato il progetto con queste parole: “Abbiamo voluto realizzare il convegno alla luce di quanto accaduto nell’ultimo anno sul tema dei beni confiscati, sia sul piano nazionale che su quello regionale: dalla delibera CIPE 53/2018, con la quale è stata approvata la Strategia nazionale per la valorizzazione dei beni confiscati, all’adozione in Campania dei Piani, triennale e annuale, di valorizzazione degli stessi beni. L’incontro di presentazione del seminario “Strategie per la valorizzazione dei beni confiscati”, che ha avuto luogo presso la sede della Fondazione Polis in Via Raffaele De Cesare, ha voluto fare leva sul ruolo avanguardista della Regione Campania nelle operazioni di riutilizzo dei beni confiscati, sia sul piano normativo, sia su quello amministrativo, acquisito già dallo scorso anno; infatti, nel 2018, è stato costituito un Osservatorio dedicato proprio ai beni confiscati e, nello stesso tempo, sono stati approvate modifiche e integrazioni alla Legge 7/12 da parte dell’allora assessore alle politiche integrate di sicurezza e legalità, Franco Roberti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here