A New York in mostra gli oggetti che hanno fatto la storia d’ltalia

Nel 2005 la giornalista Anna Lagorio e il fotografo Alex Carnevali hanno avuto una bella idea: creare un sito dove hanno racchiuso oggetti che hanno fatto la storia dell’Italia e sono rimasti nell’immaginario e nella memoria del Paese. Il portale di chiama Fattobene ed è frutto di una ricerca attenta e minuziosa, che spesso ha dovuto scavare in un passato lontano e soffermarsi su determinate regioni italiane. Ogni singolo oggetto, dalla ratafìa alla mitica cedrata Tassoni, ha la sua storia e la sua foto, in una mostra virtuale che tocca il cuore di moltissimi nostalgici.

Il successo è stato tanto che dal virtuale si è passati al reale e si è volati persino oltreoceano, per la realizzazione di una mostra e uno store dedicati, a New York; stiamo parlando del famoso MoMa, che propone una selezione di questi articoli con marchi storici: l’amarena Fabbri, il dentifricio Martelli, i quaderni Tassotti e il macinapepe Tre Spade, solo per citarne alcuni. Simboli più o meno vintage dell’Italia dei secoli scorsi, questi oggetti sono diventati i protagonisti di collezionisti che, più che accumularli, vogliono riscoprire in essi la propria identità e le proprie radici.

Lo sviluppo tecnologico che oggi è prettamente virtuale, infatti, ha comunque origini che possono essere riscoperte nei profumi, nelle forme, nell’artigianato e nei sapori di una volta, che saranno disponibili al pubblico nella celebre città statunitense fino al prossimo 29 settembre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here