Napoli: ambulante immigrato preso a sassate in pieno centro città

Erano in dieci contro due a prendersela con i ragazzi più deboli, un branco di ragazzi molto violenti per poter insultare e derubare. L’aggressione purtroppo si è verificata grazie a colpi di pietra contro il volto della vittima.

Questo evento, spiacevole e razzista, è successo in centro città, sul lungomare di Napoli, pochi metri dalla passeggiata più famosa e ambita d’Italia in una domenica sera d’agosto affollata di giovani e persone in vacanza. A pagarne le conseguenze due cittadini bengalesi, che lavoravano sul lungomare fino ad orario notturno, uno di loro per questa aggressione è grave, ricoverato nel reparto di Neurochirurgia dell’Ospedale Cardarelli, in prognosi riservata con un trauma cranico e degli interventi da subire.

Secondo quanto è accaduto e poi ricostruito dagli inquirenti, i due cittadini del Bangladesh 39 e 42 anni con permesso di soggiorno regolare in Italia, venditori di cover e supporti per cellulari, stavano spingendo i loro carrelli con la merce verso casa, ai Quartieri Spagnoli, quando sono stati accrediti.

Gli aggressori, hanno da subito iniziato a derubare e minacciare e poi sono passati alla violenza con delle grosse pietre. Il 39 enne bengalese, è stato colpito in pieno volto e ha subito perdite di sangue importanti. L’altro ragazzo è stato picchiato brutalmente, nel tentativo di soccorrere il suo amico, fino a quando molte persone si sono affacciate su Via Orsini e il branco è scappato verso Piazza del Plebiscito.

Dopo qualche minuto, i due giovani sono stati soccorsi e accompagnati al Cardarelli, però sentiti dagli inquirenti non hanno saputo descrivere gli aggressori a causa del buio. Attualmente si indaga in merito e si aspetta di capire chi e come possa essere coinvolto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here