Betelgeuse: fotografata la stella che si spegne

Betelgeuse è la stella supergigante rossa nella costellazione di Orione. Ha attirato l’attenzione degli scienziati per la sua improvvisa perdita di luminosità. Un gruppo di astronomi che lavorano al Very Large Telescope (VLT) dell’ESO (European Organisation for Astronomical Research in the Southern Hemisphere) è riuscito ad osservare nel dettaglio la superficie della stella mettendo in evidenza una serie di meccanismi che possono aiutare a spiegare il motivo di questo particolare fenomeno. Un team guidato da Miguel Montargès, astronomo della KU di Lovanio in Belgio, osserva la stella con Very Large Telescope dell’ESO da dicembre, con l’obiettivo di capire perché sta diventando più debole.

La superficie irregolare di Betelgeuse è costituita da gigantesche cellule convettive che si muovono, si restringono e si gonfiano. La stella pulsa anche, come un cuore pulsante, cambiando periodicamente di luminosità. Questi cambiamenti di convezione e pulsazione in Betelgeuse sono indicati come attività stellare. “La nostra conoscenza delle supergiganti rosse rimane incompleta, e questo è ancora un lavoro in corso, quindi può ancora accadere una sorpresa” commentano gli scienziati.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here